Un’altra candelina ferragostana

Una volta c’erano solo le candeline rosa o azzurre a seconda del sesso del festeggiato. E quando si superavano gli “anta” era un problema anche logistico posizionarle tutte sulla torta.
Specie quando il dolce era piccolino, perché gli invitati o i parenti erano pochi.
Non c’era spazio neanche per il messaggio di auguri al cioccolato.
Poi fortunatamente ci è venuta in soccorso la furbizia dei cinesi, con le loro candeline col numero, per cui ne bastavano una o due, a meno che non si festeggiassero compleanni centenari.
E domani sarà la mia Fabioletta a soffiarne due colorate sulla torta alla fragola del suo genetliaco.
Ancora insieme, ancora uniti, e sempre forti e sorridenti come quando eravamo compagni di classe al liceo.
Nonostante tutto, malgrado belle bastonate e sebbene qualcuno sperava di averci distrutto o riportato a fondo con la malignità di accuse infelici e maligne, taglierà la sua bella torta con me, mia figlia Vanessa, Claudio e i suoi splendidi nipotini, come sempre, senza sussulti, senza patemi, con la certezza di poter superare tutto, soltanto con amore e pazienza. E insieme a noi ci saranno mia suocera Anna e la mia consuocera, sempre Anna (guarda il caso), e mi spiace soltanto per Riccardo, assente più che giustificato. Così stasera ci daremo sotto a suon di spaghettoni allo scoglio e fritturine di paranza varie. Pertanto Auguri bella mia, perché per me sei sempre la più bella e la più intelligente.
Il mio rifugio sicuro nel mare tempestoso della vita.

Uno !

Dopo zero, ecco uno !
Ossia dopo aver vagato come tutti noi, nel limbo cosmico, in quel luogo dove le cicogne vanno a prendere i loro fagottini colorati, rosa e azzurri, grazie ad un atto d’amore, oggi, esattamente dopo 365 giorni, spengiamo insieme la prima candelina di mia nipote Eleonora.
Una bambina bella, sorridente e solare.
Nata in un periodo particolare, per me e per la nostra “bolla”, come la chiama mio genero.
Un batuffolino che ha saputo da subito ritagliarsi il suo spazio di considerazione e rispetto, tanto da farsi soprannominare fin dai primissimi giorni … la nostra “Dottoressa”.
Una figlia dei fiori, una ribelle fin dalla culla, che strilla per farsi sentire, e pure forte, anche nel cuore della notte.
Segno zodiacale Gemelli, come mia madre Armanda, e con ascendente Vergine, a rafforzare la sua cocciutaggine e meticolosità.
Cara Ely, ho notato che hai bisogno di tempo per ambientarti con le persone, ed anche per comprendere come comportarti in certe situazioni, perché sei molto esigente, anche di te stessa, e non vuoi sentirti a disagio.
Proprio come hai fatto con me, quando i primi mesi ti giravi di spalle, e mi guardavi col broncio, ed ora invece mi lanci sorrisi a 4 denti che sono irresistibili, e sono tra i pochi a cui ti butti in braccio quando tua madre è sfinita.
Perché sei pure una bella pacchiarotta pesantina !!!
Sicuramente sei dotata di una intelligenza fuori dal comune, proprio come il tuo fratellone, di cui sei innamorata, e porti in te una sensibilità che ti permette di “avvertire” tutte le situazioni !
Se tuo fratello è il piccolo Hulk, a te non so ancora a quale super eroe Marvel accomunarti, ma credo che saresti una perfetta “Susan Storm”, o Donna Invisibile dei Fantastici 4, coi suoi super poteri di creare e controllare campi di forza, volare, capacità di diventare invisibile,
forza, velocità e agilità potenziate.
E se dovessi prevedere in quale attività professionale futura ti vedrei bene, dopo una eccellente carriera scolastica, perché sei super in tutto, non potrei che immaginarti laureata in medicina per diventare davvero la nostra piccola grande Dottoressa !!!
Una professionista della salute, brava, comprensiva, generosa e preparata.
Con la tua mamma e il tuo papà stai superando un piccolo problema che ci ha fatto stare col fiato sospeso e non solo, ma ne sei sempre uscita col sorriso e con la mano di Gesù sulla fronte.
In questo tuo primo compleanno ti auguro pertanto, soltanto il meglio, perché hai già portato la tua piccola sporta di sofferenze, senza meritarle.
Ti saremo sempre vicini, piccolina, potrai sempre chiedere consiglio e supporto, e potrai contare sui tuoi nonni anche col solo pensiero, quando ne avrai bisogno, perché  magicamente appariremo vicino a te, anche quando non ci saremo più. Perché hai colorato la nostra “bolla” col tuo sorriso e la tua innata simpatia e ti siamo (e saremo sempre) debitori.
Tanti Auguri Ely, Tanti Auguri Dottoressa!!!

Tanti Auguri al mio piccolo Hulk !

Auguri piccolino.
Un’altra candelina da spengere insieme.
E nonno Vittorio ci sarà sempre, anche quando sarai grande e magari lontano per lavoro o “super impegnato” nella tua vita.
Sposato e con tanti miei pronipoti vicino.
Perché con te la vigilia di Natale, ha un tutto altro sapore, è veramente un giorno di Rinascita, di Speranza e di Amore.
Oggi sono soltanto 4 e non occorre un soffio particolarmente forte per spengere tutte le candeline, ma ti saremo ugualmente vicini, compresa Nonna Yaya, per applaudire in quel preciso momento che la tua bella faccetta ingenua e sorridente, si mostrerà come a dire : “Visto come sono stato bravo ?”.
Qualcuno si chiederà: perché sei il mio piccolo Hulk e così ho intitolato questo post sul mio blog ?
Perché è il tuo personaggio preferito, di cui fin da piccolissimo hai voluto ti regalassimo ogni cosa : mascherina, guanti, costume … e poi perché hai tanta, tanta, tantissima forza, ringraziando Dio.
Sei un bambino bellissimo e buono, ed hai la particolarità di non scontentare nessuno, perché somigli un pò a tutti noi, di ciascuno hai preso qualcosa, e naturalmente il meglio.
Gli occhi e il sorriso di Papà Claudio e nonno Riccardo, la bocca e le manine di Mamma Vanessa, l’ovale e i capelli di nonna Fabiola, la grande simpatia di nonna Anna e il “capoccione” mio, con la stessa grandezza, tenacia e prontezza.
Quando sono con te e vedo costanti i miglioramenti e i progressi che fai, nell’espressione, nel disegno, nel pensare e ricordare, capisco che come l’alberello di limone che ho in giardino e che ti ho dedicato, anche tu cresci e prosperi in base all’acqua e alle cure che ricevi.
Sei la nostra piantina preferita, da proteggere dal freddo e dal buio di questi ultimi anni.
Anni nei quali i bimbi non rappresentano più il futuro e il bene, anime libere da rispettare, ma soltanto soldatini da inquadrare e irregimentare, pecorelle da mettere al più presto nell’ovile del “tuttapposto”.
Possibili pensatori e coscienze autodeterminate che oggi danno fastidio.
Ma prima di importunare e creare problemi a te e alla tua piccola sorellina Ely, avranno a che fare con questo povero vecchietto, che stanotte ti stupirà ancora … travestito da Babbo Natale !
Ti bacio sulla fronte e dato che mentre scrivo questo messaggio, è notte fonda e tu starai ancora dormendo, ti auguro di sognare un bellissimo viaggio con me e nonna Fabiola al tuo fianco, nell’aereo della fantasia, diretto verso il mondo della gioia e della felicità.
Buon Compleanno piccolo omino verde.