Home » Omissioni

Omissioni

omissioni

Le Omissioni  rappresentano il  mancato svolgimento di un determinato compito od il mancato adempimento di un obbligo. Ma sono anche pensieri, parole o opere che restano  in  potenza  e  non  arrivano  mai  all’azione.  Proprio  come  questi  pensierini ….

MUSICA FREDDA
ERO RIUSCITO A PORTARTI A CASA MIA…
SENTIVAMO A PALLA “UN GELATO AL CIOCCOLATO” DI PUPO
QUANDO MI HAI DETTO, HO FREDDO ALLE SPALLE…
I LADRI AVEVANO LASCIATO APERTA LA PORTA DI CASA.

 

TOILLET IN CRISTALLO
LA N. 204 ALL’EXCELSIOR DI ROMA,
BAGNO CON IDROMASSAGGIO
LETTO CON BALDACCHINO
SPUGNE NATURALI E COPERTE DAMASCATE…
POI IL PENSIERO DELLA BARBA, PER LA PRIMA ALL’OPERA
DI CORSA AL BAGNO,LA SCIVOLATA GOFFA…
LA FRONTE PIU’ DURA DEL CRISTALLO DELLA TOILLET…
ORA, CHI LO PAGA IL CONTO ???

 

LA CALDA MURAGLIA
IL SOLE BATTEVA FORTE SUI FILI
DI CICORIONE E MENTUCCIA.
IL RUSCELLO FIOTTAVA LENTO
E I PINI SI MUOVEVANO CON GRAZIA
IL VOSTRO CESTINO CON IL PLAID STESO SULL’ERBA…
E TANTA FELICITA’. IL MANGIANASTRI ALTO,
LE SCINTILLE NELLA BOSCAGLIA,IL CREPITIO TUTTO INTORNO…
COME UNA MURAGLIA. MA DOVE CAZZO SI ESCE ????
LA VOSTRA, ULTIMA, LEGITTIMA DOMANDA !

 

MIRACOLO
CON QUANTA GIOIA AVEVI COMPRATO IL VIAGRA,
TE LO GUARDAVI E RIMIRAVI DA ORE…
POI L’IDEA…ME NE SPARO TRE O QUATTRO E VADO DALLA INES!
ADESSO SEI QUI,SOTTO I MEI PIEDI DI COMMESSO DI FARMACIA
A TRE O QUATTRO METRI…SOTTOTERRA!

 

A TAVOLA NON SI…INVECCHIA.
SEI SEDUTO A CAPOTAVOLA, TI PIACE LA COMPAGNIA…
FRITTELLE, CARCIOFI FRITTI, CARNE PANATA, E ANCORA…
CIAMBELLE, BROCCOLI E BOMBE CON CREMA.
POI IL BRINDISI A CELLINO SAN MARCO,IL TUO PAESE…
E IL RUTTO DI AUGURIO ALLA FACCIA DI CHI CI VUOLE MALE!
POI SOTTO AL TAVOLO!! UNO SCHERZO????…NO, L’AORTA STROZZATA!

 

PRIMO
ERA SEMPRE IL PRIMO
TANTO CHE A VOLTE, RINUNCIAVA A RITIRARE IL PREMIO.
GLI PIACEVA SCIARE COME POCHI,MA TRINCAVA COME TUTTI I MONTANARI
BEVEVA TUTTO,ANCHE LE SCOLATURE
POI LA SERA GIU’, TUTTI CON LA FIACCOLONA.
ORA E’ NELLA BAITA DI BEPPE
AL POSTO DEL CERVO, SULLA PARETE DI SINISTRA.

 

LA PARABOLA
STAVI SUL TETTO DELLA CASA, PER ORIENTARE LA PARABOLA AD EST!
TUA MOGLIE DA SOTTO…PIU’ QUI, PIU’ LA’, PIU’ GIU’…
ALLORA LA BELLA PENSATA! MI SPORGO DI PIU’ COSI’ E’ PERFETTA.
GIUSTO IL TEMPO DI SALUTARE LA SUOCERA, PERCHE’ CON UN TONFO SORDO
FACESTI SCOPA CON TUA MOGLIE SUL TERRAZZO.

 

SARABANDA
SCATOLA, IMBALLATA, TROVATA…
CURIOSO, TIC, TAC, TIC, TAC,
APERTA…CHIUSO…
IN FORNETTO.

 

CUORE
DA PICCOLO AVEVI SEMPRE LE MANINE FREDDE
E SUDAVI TANTO PER L’EMOZIONE DELLA VITA.
ERI SEMPRE BEN VESTITO E PETTINATO,
COI PANTALONCINI CORTI E LA BANANA BIONDA.
I TUOI AMICI TI METTEVANO SEMPRE IN PORTA
PERCHE’ TI STANCAVI PRESTO.
POI QUEL GIORNO TI BALENO’ L’IDEA…
ALA SINISTRA O TERZINO DI SFONDAMENTO.
GIANNI, L’ALLENATORE E’ QUI. MA TU NON PUOI RICONOSCERLO
LA TENDINA DEL REPARTO DI RIANIMAZIONE E’ TROPPO SPESSA!

 

NUMERI
“QUATTROCENTO…TREDICI…
QUATTRO…CENTO…TRENTA…
NO…NUN E’ QUESTA…
ALLORA PIU’ GIU’…
CINQUECENTO…VENTI…DUE…
SI’ SEMO ARIVATI…ECCO LA CAPPELLA…
BUTTA GIU’ STA CORONA DE FIORI VAH…UFFAH…

 

PUPO BIONNO
VIENI IN BRACCIO A PAPA’,
PAPA’,LO SAI, NUN VEDE PIU’…
…TOH…, ADESSO MANCO TU!!

 

CONVIVIO
CON QUANTA GIOIA TI ERI SCOFANATO QUELLA PASTA E COZZE.
FACESTI PURE LA ZUPPETTA,LECCANDOTI IL POLLICIONE.
CHI L’AVREBBE MAI DETTO CHE DOPO UN SOL MESE
AVRESTI STIRATO LE GAMBE IN PREDA A FEBBRI COLERICHE ?

 

IL TRENINO DELL’AMORE
MICIO, MICIO TI ERI FERMATO CON LA TUA 500 METALLIZZATA
SU QUEL BINARIO MORTO CON LA TUA RAGAZZA,
LONTANO DA OCCHI INDISCRETI.
CHI L’AVREBBE DETTO CHE AGGROVIGLIATO TRA LE LAMIERE
VOLEVI PROVARE LA RESISTENZA DELLA TUA AUTOVETTURA
CONTRO IL DIRETTISSIMO ROMA-BONN ?

 

SARABANDA DI COLORI
SOLE,
CIELO,
LUCE,
VERDE, GIALLO…
ROSSO…
PASSO UGUALE…
MORTO AMMAZZATO!

 

IL FRINGUELLINO
CANTAVI TANTO BENE UCCELLO MIO E…
ADESSO SEI MORTO…
TRA LE GAMBE!!

 

IL PROFESSORE, MAESTRO DI VITA.
CON UN GIOIA DI TUTTI TI AVEVA CHIAMATO ALLA LAVAGNA…
L’ORGOGLIO, LA FELICITA’ DI MOSTRARE IL TUO SAPERE…
POI…L’ODIO CON IL QUALE GLI CONFICCASTI IL LAPIS,
NELL’OCCHIO DESTRO!

 

ROMA, LAZIO ….
IL TUO VENTESIMO DERBY!
LO STADIO,LA GENTE DI SEMPRE…
POI L’IDEA…INVASIONE DI CAMPO!
MA IL MORSO DEL PASTORE TEDESCO TI HA DEFORMATO L’ORECCHIO.

 

LA SACRA FAMIGLIA
LA MAMMA CANTAVA,
IL PADRE RIDEVA,
IL FIGLIO GRIDAVA DALLA FAME CHE AVEVA…
E I LINES SPORCHI DI MERDA FACEVANO IL RESTO.
MA LEOPARDI NON C’ERA…
..E ABBAIAVA FUORI DALLA PORTA!

 

FELICITA’
GIOCAVI COL TUO COLTELLINO,
LA LAMA SUL TUO VISINO,
LA LAMA SUL TUO PANCINO,
STACCO’ IL PISELLINO…

 

LA BESTIOLINA
ERI FELICE E RIDEVI, RIDEVI,
CON LA BOCCA APERTA, RIDEVI…
LA FINESTRA ERA SPALANCATA
E TI FECE INGHIOTTIRE LO SCARAFONE!

 

I RE MAGI
ERA LA NOTTE DELL’EPIFANIA,
MESSI A LETTO I BAMBINI,
PREPARASTI TUTTI I DONI CON CURA :
IL TV COLOR PER CARLETTO,
IL VIDEOREGISTRATORE PER PINUCCIA,
ED ANCHE QUEL BEL GIROCOLLO D’ORO E SMERALDI
CHE AVEVI PROMESSO A TUA MOGLIE.
D’UN TRATTO…TOC, TOC…
“CHI SARA’ MAI ? LA BEFANA ?”
-PENSASTI RIDENDO- E APRISTI LA PORTA,
CON UN SORRISO…UN SORRISO…
LO STESSO CHE I TRE RAPINATORI
TI STAMPARONO IN FACCIA PER SEMPRE.

 

IN UFFICIO
AVEVI MESSO TUTTO A POSTO
LA CALCOLATRICE, LE PENNE, I SUPER PIRAT,
VOTATO IL CESTINO, SPENTO IL COMPUTER
E RIPOSTO IL MOUSE CON QUEL FILO DISPETTOSO,
POI UN CRAC SINISTRO ALL’ARCHITRAVE DELLA PORTA,
SEMPRE LA SOLITA CICCIONA AL PIANO DI SOPRA CHE BALLA,
PECCATO NON AVER LETTO OGGI, CHE  IERI SI ERA SPOSTATA
LA FAGLIA DI SANT’ANDREA.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...