Home » Uncategorized » Gli Ambulanti ? Dopo.

Gli Ambulanti ? Dopo.

jann

E’ veramente scoraggiante vedere che in dirittura di arrivo dopo una maratona di 42 Km, quando sei pronto a tagliare il nastro e già assapori mentalmente la medaglia, un altro spunta alla tua destra, ti guarda e si becca l’applauso del pubblico festante con l’ultimo scatto vincente. Più o meno è quello che stanno provando 200 mila imprese commerciali su area pubblica, dopo l’annuncio del Ministro Centinaio, che proroga le concessioni degli stabilimenti balneari di quindici anni e fa spallucce alle legittime (e per il momento tradite) aspettative degli ambulanti italiani, nonostante i proclami e le magliette NoBolkestein indossate dal palco di Piazza della Repubblica. E’ mai possibile che siamo in una nazione così parziale e ancora spinta e mossa dalle lobby più potenti, a danno di chi sacrifica tutta la sua famiglia per raggranellare un reddito di sussistenza ? Perchè deve “tirare” più Marilena Brambilla che ha acquistato, alcuni anni fa, il bagno Piemonte, Daniela Santanchè e Flavio Briatore con il loro Twiga, Alessia Berlusconi, nipote di Silvio col suo bagno Alcione o Andrea Bocelli con l’Alpemare a Vittoria Apuana, piuttosto che la tradizione e la storia di Mercati come la Bucceria o San Gregorio Armeno o Porta Portese ? E perchè coloro che non ci dovevano proprio entrare in questa direttiva Servizi, perchè non utilizzano in modo privatistico un bene pubblico come gli Ambulanti, si trovano dietro la lavagna con le orecchie d’asino, a dispetto di categorie come i notai, i farmacisti, le agenzie funebri, gli stabilimenti termali, gli stabilimenti di acqua minerale e ora anche i Balneari che al contrario utilizzano a loro comodo e piacere, concessioni e licenze pubbliche ??? Era il 1967, quando Enzo Jannacci, incise la famosa “Vengo anch’io. No, tu No” e oggi gli Ambulanti sembrano il protagonista della canzone, che veniva respinto a priori da ogni evento, anche se solo ipotizzato. Auspico che si sani questa ingiustizia e che i protagonisti del “Cambiamento”, rinsaviscano questa nazione dal suo cammino verso la barbarie e la prepotenza. A tutti i livelli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...