Home » Uncategorized » La scuola di Frattocchie

La scuola di Frattocchie

Era definita con il nome altisonante di “Istituto di studi comunisti” ed aveva sede in una villa donata al vecchio PCI nella frazione di Frattocchie (località nel comune di Marino, vicino Roma). Dal gennaio 1973, divenne l’Istituto di studi comunisti “Palmiro Togliatti”. L’Istituto si inseriva nel sistema di formazione politica e ideologica a struttura “piramidale” previsto dal Partito che forniva – a diversi livelli – differenti tipologie di istruzione. In particolare l’Istituto serviva alla formazione dei quadri e dirigenti centrali e federali. In oltre 40 anni di vita, dal dopoguerra al 1993, anno di formale chiusura, ha formato tutta la “genia” di sinistra ed extrasinistra che ha guidato (e tutt’ora guida con compiti dirigisti in ogni settore) la società italiana. Nella scuola, i partecipanti giuravano eterna fedeltà e obbedienza al partito, che provvedeva a non dimenticarsi mai di loro, e a garantirgli quel posto “fisso” o comunque di rilevanza nella pubblica amministrazione mediante concorsi “ad personam” nei Ministeri ed Enti locali che amministrava di concerto con quella parte di Democrazia Crustiana che in seguito diede origine ai “cattocomunisti” o democratici di sinistra. Questa politica lungimirante protrattasi per molti decenni e che dettava legge in forza di ricatti istituzionali e posti di potere nevralgici, ha portato quelle generazioni di militanti rossi ai vertici di ciascuna amministrazione di appartenenza. Ed oggi il risultato pratico è sotto gli occhi di tutti. Ogni Governo o Amministrazione locale democraticamente eletta, ha un potere soltanto “teorico” poiché quello vero, quello decisionale ed operativo è in realtà nelle mani di questa catena di militanti rossi, alle dipendenze dirette e sotto la guida del Partito da cui hanno preso (e tutt’ora prendono) le direttive e gli ordini diretti. E trattiamo di migliaia di personaggi infiltrati nei gabinetti ministeriali, nelle segreterie particolari, nei consigli di amministrazione, nelle Asl, nella magistratura e in tutti i posti chiavi delle istituzioni. Per non parlare poi degli organi di informazione da dove ogni tanto escono testimonianze fotografiche ormai ingiallite di opinionisti ed “influencer”, che come scolaretti frequentavano quella scuola e quelle aule di apprendimento forzato. La speranza di svincolarci da questo laccio mortale è soltanto legata al tempo e all’età dei partecipanti, che fortunatamente ormai, hanno tutti superato la sessantina.

Dio volendo ….

4 thoughts on “La scuola di Frattocchie

  1. gentile Vittorio, ho bisogno di contattarla perché mi servirebbe questa cartolina per un documentario. Può darmi un suo recapito? Grazie Nadia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...